Slim – un framework per creare microservizi in PHP

Mano a mano che ci si spinge nello sviluppo di progetti sempre più complessi si impara che mantenere una struttura monolitica nei propri progetti è praticamente impossibile. Sia che si parli di Applicazioni web che di siti internet che applicazioni per dispositivi mobile, ci si trova a suddividere la struttura del prodotto in aree ben distinte. In particolar modo, quando oggi si pensa ad applicazioni multiutente e, spesso, distribuite non si può fare a meno di parlare di SOA (Service Oriented Architecture ovvero Architettura Orientata ai Servizi) e quando si parla di servizi web non si può fare a meno di pensare ai servizi REST.

Allo stato attuale sono sempre più i framework disponibili e che si stanno affermando per i vari linguaggi di programmazione, basti pensare alle ultime incarnazioni di Spring per Java, o Express per NodeJS quest’ultimo in particolar modo sta riscuotendo sempre un maggior successo. Ma quando si pensa ai siti web non si può fare a meno di pensare al PHP come linguaggio di programmazione. Quest’ultimo è, di fatto il linguaggio di programmazione più installato sui server web di tutto il mondo e, di conseguenza, anch’esso ha diversi framework che permettono di implementare rapidamente dei microservizi.

Tra i vari framework disponibili spicca SLIM, basato su Symphony, questo prodotto spicca per compattezza e velocità di esecuzione, inoltre la curva di apprendimento è molto bassa ed è costantemente mantenuto ed aggiornato dal suo creatore. La sua integrabilità anche su spazi web è molto elevata (fondamentalmente richiede la presenza di PHP 5.5 o successivi) ed accoppiato con framework per il web come React o Vue garantisce prestazioni elevate anche in presenza di una banda molto ristretta.

Nel video seguente mostrerò una breve introduzione a Slim:

 

Se trovate l’argomento interessante, vi invito a condividere il video sui vostri account social, ricevere un buon feedback mi permetterà di migliorare la qualità e la frequenza dei contenuti oltre a trattare argomenti più specifici e di vostro interesse.

Roberto

Benvenuti sul nuovo HTMedia.it

Come si suol dire, anno nuovo, vita nuova.

come prima cosa ti auguro un felice 2017, sperando che tu riesca a realizzare tutti i tuoi sogni.

Veniamo a noi. Il blog era fermo ormai da troppo tempo, le informazioni erano vecchie ed ormai superate quasi del tutto; Apple, Google e Microsoft hanno rivisto completamente le proprie strategie ed anche il modo di programmare i loro dispositivi e sistemi operativi è cambiato del tutto negli ultimi anni. Anche i blog hanno ormai una importanza, come fonte divulgativa, completamente differente a non più di 4 o 5 anni fa. Diciamo che leggere un articolo è sempre meno per pochi, e le informazioni acqusiite tramite video ed audio stanno prendendo sempre più il sopravvento.

HTMedia, quindi continuerà ad esistere, ma sotto un’altra forma, ovvero come latore di contenuti multimediali, caricati di volta in volta sulle piattaforme più diffuse al momento, principalmente Youtube. I contenuti saranno sempre dedicati allo sviluppo di applicazioni, ma stavolta non più legate solo al mondo mobile, ma, più in generale, al mondo della programmazione e sviluppo. Questo perché le differenze tra gli ambienti si assottigliano sempre di più ed oggi, volendo essere pignoli, quasi tutto è legato alla velocità di connessione ed al cloud che gestice le app e non al dispositivo che le esegue.

Le pillole continueranno ad esistere, ma saranno anche esse video.

La sezione videogames viene invece spostata completamente sul sito YumeGears.com da esso potrai accedere ai videogames che verranno sviluppati ed i corsi relativi.

Non mi resta che augurarti una buona visione ed a presto.

Roberto S.